Minima Cardiniana 113

Domenica 13 marzo – Quinta domenica di Quaresima

FISCHIETTARE SUL BORDO DEL VULCANO

Parola mia, sembra di sognare. L’Imperatore Riluttante, che vorrebbe tanto rinunziare alla leadership mondiale ma non può, convoca nella Nuova Roma d’Oltreatlantico il giovane sceicco rignanese dei suoi ascari italici (quelli che poco più di un secolo prima cantavano “Tripoli, bel suol d’amore”) e gli ordina di riscattare l’onore del Bel Paese sfregiato dalla perfida Sorella Latina (la Francia che, dice Obama, “scrocca” le guerre…) tornando finalmente come protagonista in Libia a ristabilir quell’ordine che il tiranno Gheddafi aveva perfidamente stravolto e che la Strana Coppia Hollande-Cameron (“va’ avanti tu che mi scappa da ridere…”) ha sconvolto quattro anni fa, con risultati che ci stiamo ancora godendo e che ci godremo a lungo. Il giovane sceicco ascaro torna pettoruto da noi, annunziando un baldo e saldo contingente tricolore di soldati, dai tre ai settemila: così, come fossero bruscolini. L’ambasciatore statunitense a Roma, ancor più baldo e saldo, valuta a cinquemila il numero ideale di armati italici da impiegare e, come hanno sempre fatto i Gauleiter, fornisce solleciti consigli che in realtà sono ordini perentori. E cretini. Continua a leggere

Pubblicato in MC