Minima Cardiniana 205/2

Domenica 18 marzo 2018 – V domenica di Quaresima

MOLTO RUMORE PER QUALCOSA

Verrebbe voglia di parafrasare il vecchio William Shakespeare:  Much Ado about nothing, “Molto rumore per nulla”. E invece nossignori: non è così. Stavolta il rumore è per qualcosa.

Permettetemi un’oziosa premessa da professore di storia, che non vuol dir nulla e non dev’essere accolta come jettatoria (però, se avete un cornetto di corallo da qualche parte, dateci una passata: non si sa mai…). Sapete qualcosa della “guerra di San Saba”? E della “guerra di Crimea”? E magari del Great Game?

Se non avete mai sentito nominar nulla di tutto ciò, non è grave. Si tratta di due episodi bellici e di una lunghissima tenzone durata quasi un secolo. Nel 1257-1258, veneziani e pisani da una parte e genovesi dall’altra se le dettero di santa ragione nel porto di Acri (oggi Akko in Israele): la rissa coloniale si trasformò in una guerra combattuta nel Tirreno e nell’Adriatico. Nel 1854, un banale incidente in Terrasanta (una stella d’argento trafugata in una basilica dove convivevano – malamente – cattolici e ortodossi) causò una guerra durata due anni che coinvolse francesi, inglesi e turchi tutti schierati contro la Russia zarista; vi s’intrufolò per volontà del conte di Cavour anche il Piemonte, che non c’entrava nulla ma che intendeva lucrare un bonus diplomatico presso le potenze occidentali. Fu la guerra di Crimea, quella della carica di Bataclava; ne fu testimone d’eccezione il conte Tolstoj, in uniforme zarista. Quanto al Great Game, fu la contesa per l’egemonia in Asia giocata tra le truppe russe, che scendevano dalla Siberia, e quelle inglesi, che salivano dall’India lungo i passi afghani. Ce l’hanno raccontata Kipling e Verne. E fu una guerra principalmente di spie (guarda guarda…) che per poco non si trasformò in un enorme conflitto eurasiatico. Continua a leggere

Pubblicato in MC

Minima Cardiniana 205/1

Domenica 18 marzo 2018 – V domenica di Quaresima

EFFEMERIDI DELLA CRISI

ZAR VLADIMIR

All right, Mister Trump! Chapeau, Monsieur Macron! Ausgezeichnet, Frau Merkel! La vostra tempestiva e coraggiosa discesa in campo al fianco della premier britannica contro il nuovo tiranno del Cremlino ha sortito il massimo successo. E difatti lui, Zar Vladimir, vi ha cavallerescamente presentato le armi ringraziandovi all’indomani del voto in Russia. Siete stati i suoi più efficaci agenti elettorali. Prolungando l’assurdo e insensato embargo antirusso, non farete altro che rafforzare la sua popolarità. Evidentemente, la reazione degli italiani alle “inique sanzioni” del ’35-’36 non vi ha insegnato nulla. Mala cosa, non saper un po’ di storia… Continua a leggere

Pubblicato in MC