Minima Cardiniana 228

Domenica 30 dicembre 2018. La “santa famiglia”

Ci sarebbero infinite cose di cui parlare in queste settimane: politica interna, politica estera, etica, economia eccetera. Ma quest’anno ho ormai scelto, per il periodo natalizio, di astenermene; e anche di non affrontare argomenti che comporterebbero di solito l’uso di toni polemici. Scelgo, pertanto, uno degli argomenti che ormai da circa mezzo secolo e forse più sono “natalizi” per eccellenza: Tolkien e la sua opera. Vero è che, anche qui, v’è una certa sottintesa polemicità: anzitutto la riedizione de Il Signore degli Anelli nella traduzione di Vittoria (Vicky) Alliata, ma con una Introduzione di Quirino Principe non so quanto gradita dalla traduttrice, e che comunque va vista nella prospettiva dell’altra traduzione, che presumibilmente sarà molto diversa, annunziata dal gruppo Wu Ming; inoltre, ho scoperto uno strano apocrifo che mi riguarda, e che Vi propongo assieme a un articoletto quello in effetti mio, ma redatto ormai sedici anni or sono e del quale le vicende recenti ripropongono comunque l’attualità.

UN CASO “DEUTEROCARDINIANO”, OVVERO UN “FALSO CARDINI”

Qua e là qualcuno mi dice spesso di aver trovato, in questa o quella improbabile sede sparsa, qualche mio scritto. Sospetto si tratti di “falsi”, elaborati per scopi a me ignoti. Nulla di strano, in fondo: non sarà legale, ma sono le regole del gioco dell’età informatica (per quanto me ne sfugga lo scopo).   Continua a leggere

Pubblicato in MC