Minima Cardiniana 246

Domenica 12 maggio 2019. Santi Nireo e Achilleo. Vigilia della Solennità di Nostra Signora di Fatima

A PROPOSITO DELLE ELEZIONI EUROPEE (MA NON SOLO PER QUELLE…)

CERCANDO EUROPA E TROVANDO EQUIVOCI. SOVRANISMO, NAZIONALISMO, ETNOFOBIA, XENOFOBIA, IDENTITARISMO

Dice un vecchio proverbio siciliano, d’origine araba: «Quando c’è vento, fatti canna». E un altro più nobile, ma dalla medesima origine, aggiunge: «Quando è notte, non combattere le tenebre: però mantieni accesa la lampada».

Tempi tristi, i nostri. Tempi di resurrezione di vecchi fantasmi e di nascita di mostri e di mostriciattoli nuovi; di roba vecchia che si camuffa da “nuovo che avanza” e di roba nuova ancora peggiore di quella vecchia.

Del nazionalismo, pestilenziale ideologia nata senza dubbio da noi tra il Sette-Ottocento e i primi del secolo scorso e che ha peraltro conosciuto una balda romantica giovinezza nonché illustri e spesso affascinanti sostenitori, ma ch’è stata all’origine di due guerre mondiali, noialtri europei d’Occidente speravamo d’esserci liberati: a parte forse la Gran Bretagna, caro e pittoresco paese dove non c’è piccolo villaggio che abbia il suo bravo museo di circoscrizione reggimentale. Per il resto, eccetto qualche frangia lunatica, il nazionalismo sembrava fino a qualche anno fa definitivamente emigrato in Europa orientale, in Russia, in Asia, in Africa e in America latina, dove avevano attecchito modelli nazionalisti invecchiati e magari riciclati. Continua a leggere

Pubblicato in MC