Minima Cardiniana 314/0

Domenica 14 febbraio 2021
Domenica di Quinquagesima, San Valentino

INDICE
1. EDITORIALE
2. IN MEMORIAM
3. MATTEO D’ARABIA, OVVERO I NOSTRI BUONI VICINI WAHHABITI
4. C’È CHI È NATO PER LA GUERRA…

Pubblicato in MC

Minima Cardiniana 314/1

Domenica 14 febbraio 2021
Domenica di Quinquagesima, San Valentino

EDITORIALE
HONEY MOON
Una volta le “Lune di Miele” si chiamavano così perché almeno chi poteva permettersele faceva in modo che durassero quattro settimane, cioè appunto un mese lunare. Siamo alla vigilia della Quaresima, poiché il 17 sarà il Mercoledì della Ceneri. La scommessa da fare potrebbe essere: durerà di più il governo Draghi o la Quaresima? Certo, a giudicare dall’unanimità quasi totale delle forze politiche (ma qualche smagliatura qua e là si comincia a vedere…) e dai toni entusiastici dei media, questo governo durerà Millant’Anni: Berlusconi lo aveva già dichiarato, a scatola chiusa e ancor prima della designazione ufficiale del presidente incaricato, che questo sarebbe stato “il governo dei migliori”. Continua a leggere

Pubblicato in MC

Minima Cardiniana 314/2

Domenica 14 febbraio 2021
Domenica di Quinquagesima, San Valentino

IN MEMORIAM
“Si sta come d’autunno / sugli alberi le foglie”, diceva il vecchio Ungaretti quand’era ancora giovane ma stava in trincea e gli sparavano addosso.
Io non sono mai stato in trincea e naturalmente ne ringrazio Iddio: eppure, fra le cose per le quali Gli rendo grazie, quella è una delle ultime. “La guerra è bella, però fa male”, dice De Gregori: ormai i tempi in cui si diceva ch’era bella sono passati, però io continuo a pensare che le guerre sono esperienze formative, importanti in una vita. Visto il pietoso esito dell’Italia ora che la sua generazione più vecchia al massimo se la ricorda da ragazzo ed è sempre vissuta in pace e con la pace, non si direbbe che quest’ultima abbia un effetto salutare sull’indole degli esseri umani quanto meno sugli
homines (et mulieres) occidentales.
Ma quei due versi di Ungaretti mi capita spesso di ricordarli e di recitarli sotto voce: perché sono ormai arrivato all’età nella quale ogni giorno qualche tuo vecchio compagno di strada abbandona la trincea della vita: e sei padronissimo, se vuoi, di congratularti con te stesso e di ringraziare Iddio perché ti è stato concesso un tempo più lungo; ma il sentirsi sempre più solo sul Viale del Tramonto è una sensazione triste, che si aggrava quando l’amico che perdi era un caro, vecchio amico e una persona di valore.
È il caso di Paolo. Ormai, dopo il mio breve periodo napoletano al Suor Orsola Benincasa, ci vedevamo di rado: e mai né a Napoli, né a Firenze. Anni fa avevamo progettato di andare insieme al Festival mozartiano di Salisburgo, ma continuavamo a rimandare. Ora probabilmente starà già chiacchierando con Herr Kapellmeister Wolfgang Amadeus: e probabilmente lui gli dirà che la Napoli di
Così fan tutte non è uno scenario credibile. Era fatto così: litigioso… Continua a leggere

Pubblicato in MC

Minima Cardiniana 314/3

Domenica 14 febbraio 2021
Domenica di Quinquagesima, San Valentino

MATTEO D’ARABIA, OVVERO I NOSTRI BUONI VICINI WAHHABITI
Fate attenzione: Matteo d’Arabia è stato una cosa molto più seria di quanto potreste credere. Ci torneremo. E ve ne accorgerete…

MANLIO DINUCCI
IL “DIALOGO STRATEGICO” TRA ITALIA E ARABIA SAUDITA
Ha suscitato critiche il fatto che Matteo Renzi, ricevuto a Riad da Sua Altezza Reale Principe Mohammed bin Salman, abbia lodato l’Arabia Saudita. Nessuna critica invece, ma sostanziale consenso, quando lo stesso Renzi, in veste di presidente del consiglio nonché segretario del Pd, andò nel novembre 2015 in visita ufficiale a Riad per consolidare i rapporti tra i due paesi. Eppure allora l’Arabia Saudita era sostanzialmente la stessa e aveva già iniziato la guerra contro lo Yemen. Continua a leggere

Pubblicato in MC