Minima Cardiniana 290/4

Domenica 12 luglio 2020, San Gualberto

AFGHANISTAN. ACCORATO APPELLO A “INFORMAZIONE CORRETTA”
Non è possibile, non è credibile, non è accettabile. Qualcuno fermi il comunista Dinucci. Lo faccia star zitto. Lo metta a tacere. Dimostri ch’egli mente sapendo di mentire. Ci rivolgiamo soprattutto agli amici di “Informazione Corretta”, di solito così attenti a contestare affermazioni altrui: amici cari, per una volta, mettete da parte la vostra abitudine di contestare le notizie altrui attaccando loro delle etichette (tipo “antioccidentale”, “antisionista” eccetera) e spiegate in chiaro, con abbondanza di quei dati che senza dubbio avete a disposizione, perché certi malvagi bugiardi spargono il veleno delle loro menzogne .Che la Luce splendente della Vostra Verità giunga a dissipare il buio delle calunnie. Vi preghiamo, fateci almeno una volta la grazia d’inchiodare alle loro responsabilità i vostri avversari mettendo da parte però la Vostra bizzarra abitudine di non fornire le prove di quanto dite. Fate uno sforzo: anche solo per provare come ci si sente. Continua a leggere

Pubblicato in MC

Minima Cardiniana 289/0

Domenica 5 luglio 2020
XIV Domenica del Tempo Ordinario, Sant’Antonio Maria Zaccaria

INDICE
1. AGENDA
2. EDITORIALE
3. CINQUE CASI ESEMPLARI
4. LIBRI LIBRI LIBRI

Pubblicato in MC

Minima Cardiniana 289/1

Domenica 5 luglio 2020
XIV Domenica del Tempo Ordinario, Sant’Antonio Maria Zaccaria

AGENDA

Giovedì 9.7., pomeriggio – Polignano a Mare (Bari). FC e un pomeriggio dedicato alle crociate e all’Oriente.

Sabato 11.7., ore 18,00 – Genova, Piazza della Vittoria. F.C commenterà per TeleNord la cerimonia dell’insediamento del nuovo arcivescovo di Genova.

Pubblicato in MC

Minima Cardiniana 289/2

Domenica 5 luglio 2020
XIV Domenica del Tempo Ordinario, Sant’Antonio Maria Zaccaria

EDITORIALE
QUANDO IL GIOCO SI FA SERIO, È BENE CHE LE PERSONE SERIE COMINCINO A GIOCARE
Parafrasiamo un noto detto: “Quando il gioco si fa duro eccetera”. Bene: nessuno di noi è un “duro”, noi ci guardiamo bene dal “fare i duri”. Parlo per me e per qualche decina di persone che in questo portale sono andate negli ultimi anni sempre più riconoscendosi, fino ad accettare di collaborarvi. Nessun unanimismo: quindi, nessuna censura. Ora che forse stiamo uscendo dal Coronavirus o forse stiamo per affrontare con esso un “girone di ritorno” che potrebb’essere ancor più duro e complesso di quello di andata, cerchiamo di fare il punto su alcune cose del nostro mondo che hanno bisogno di essere comprese a dovere da tutti. Qui, ripeto, non si tratta di prender posizione: si tratta di capire.
Ho scelto cinque “casi” esemplari, che sono anche forse casi-limite: e che sono collegati fra loro molto più di quanto non possa a prima vista sembrare.
Leggete e riflettete: fino a che punto siamo così ignoranti su temi politici e mediatici che tanto e tanto da vicino ci riguardano? Che cosa non funziona in un sistema mediatico che pure è martellante e soffocante, se poi esso lascia la sua “clientela” (per non dire le sue vittime) tanto all’oscuro su temi di fondo, dai quali potrebbe riguardare anche la loro futura sopravvivenza (o il contrario di essa?).

Pubblicato in MC