Minima Cardiniana 275/2

Domenica 29 marzo 2020, V Domenica di Quaresima

«La storia non avverte quando arriva», Giuseppe Conte, 28 marzo 2020

EZBA’ ELOHIM
Ezba’ Elohim. È la traduzione ebraica della frase con la quale, nel secondo libro della Bibbia, l’Esodo, i sacerdoti del faraone confessano al loro signore che il prodigio cui hanno assistito supera i loro poteri. Significa: “Qui c’è il dito di Dio”. È quello che, con espressione paretiana, noi definiamo “l’Imponderabile”. Hanno trasformato in serpenti le verghe, simbolo della loro potenza magica, e quella di Mosè, trasformata in serpente a sua volta, li ha divorati. È quel che nessuno può prevedere: quando si presenta, bisogna affrontarlo. Spero che il Coronavirus non sia potente come la verga-serpente di Mosè. E può darsi che il collega Giuseppe Conte sia più abile del faraone, che rispose nel modo peggiore alla sfida che gli era stata lanciata. Conte è uno studioso e un uomo di cultura: credo, non essendo un politico, sia mediamente molto migliore degli attuali politici di professione, categoria francamente alquanto mediocre, con punte di palese inadeguatezza.

ANTONIO MUSARRA
L’IMPONDERABILE NELLA STORIA
La parola MEME è entrata da tempo nello slang quotidiano. Forse in pochi sanno ch’essa fu coniata negli anni Settanta dal biologo neodarwinista Richard Dawkins, che la utilizzò nel suo Il gene egoista come unità significante di base passibile di propagazione per spiegare la diffusione delle informazioni culturali. In sostanza, essa indica un’idea che si diffonde velocemente nella cultura di massa. Oggi, nell’epoca dei social, il MEME non è che un’immagine o un breve video capace di concentrare in sé un significato spesso ironico o ironizzante. Ebbene: un MEME circolante in questi giorni, centrato su una frase del discorso tenuto da Giuseppe Conte il 28 marzo – “La storia non avverte quando arriva” –, tirando in mezzo sia il sottoscritto, sia Franco Cardini – forse, più opportunamente Franco Cardini che il sottoscritto –, mi ha suggerito qualche pensiero. V’è da essere grati a chi lo ha prodotto. Continua a leggere

Pubblicato in MC

Minima Cardiniana 275/1

Domenica 29 marzo 2020, V Domenica di Quaresima

EDITORIALE
FALSE NOTIZIE E VERITÀ NASCOSTE
Tutte le reti TV ci stanno martellando con messaggi ossessivamente ripetuti: non affidatevi alle fake news, scegliete solo editori seri eccetera. Non è vero che gli animali domestici possono trasmettere il virus agli umani, che stanno sbarcando sulle coste europee barconi di migranti impestati, che ci sono in atto uno o più complotti per indebolire l’Occidente tramite il contagio e via fantasticando. Ci sono in giro anche affabulazioni dettagliate sul complotto tra cinesi e iraniani che userebbero il virus come primo atto di guerra contro gli Stati Uniti e i loro virtuosi alleati o iscritti al loro libro-paga. Queste fiabe sono come quelle del Veglio della Montagna nel medioevo o delle streghe e degli untori nella peste del 1630: sono solo più stupide. Continua a leggere

Pubblicato in MC

Minima Cardiniana 275/0

Domenica 29 marzo 2020, V Domenica di Quaresima

Cari Amici,
mi dispiace (non so quanto dispiacerà davvero a voi), ma sono costretto a sospendere fino a data da destinarsi la rubrica
Agenda, che riguardava la mia personale attività relativa a convegni, lezioni, conferenze eccetera. Era un atto di vanità, lo confesso: ma non avrei mai osato, né mai mi sarei permesso d’infliggervela, se alcuni fra voi – non pochissimi – non me lo avessero chiesto. La rubrica riprenderà, secondo la volontà di Dio, appena ve ne saranno le condizioni: vale a dire quando l’incubo che stiamo attraversando sarà finito.

INDICE
1. EDITORIALE
2. EZBA’ ELOHIM
3. EFFEMERIDI DELLA VERGOGNA
4. IL FRONTE DEL CORONAVIRUS PASSA PER LA VIA FRANCIGENA
5. CORONAVIRUS E CULTURA
6. LIBRI LIBRI LIBRI

Pubblicato in MC

Minima Cardiniana 274/0

Domenica 22 marzo 2020, IV domenica di Quaresima
Domenica Laetare Jerusalem, prima domenica di primavera

Mercoledì 25 marzo prossimo, festa dell’Annunciazione e quindi della Concezione del Signore – nell’Italia preunitaria spesso considerata primo giorno dell’anno – a mezzogiorno papa Francesco pregherà in San Pietro insieme ai cristiani di tutte le confessioni. I fedeli sono chiamati a partecipare alla sua preghiera.

INDICE
1. AGENDA
2. EDITORIALE
3. CORONAVIRUSMACHIA
4. EFFEMERIDI DELL’EUROPA OCCUPATA
5. OMAGGIO A UNA GRAN SIGNORA DEL BELCANTO ITALIANO
6. OMAGGIO A UN ARITSTA GENIALE E CENSURATO
7. LIBRI LIBRI LIBRI

Pubblicato in MC