Minima Cardiniana 251

Domenica 16 giugno 2019. Santissima Trinità

EDITORIALE

Sbaglierò, ma ho l’impressione che le elezioni europee, le faccende legate alla disgraziata situazione politica italiana e le prospettive delle sanzioni europee ci abbiano un po’ distratti dalle cose serie (quelle che ho or ora enumerato sono tragiche: ma mi rifiuto di definirle serie). C’è qualcosa che sta accadendo nel Golfo Persico, e potrebbe non essere il solito bluff. Ho chiesto l’aiuto di Marina Montesano, anche perché lei è molto più brava di me nel cercare notizie attendibili nel mare magnum delle fake news internazionali dal quale siamo circondati e da cui attingono abbondantemente e sistematicamente i nostri media. Ne è venuto fuori un quadretto non dappoco. Leggete qui.

FUSSE CHE FUSSE LA VÒRTA BBONA? (SPERIAMO DI NO: E TUTTAVIA…)

VENTI DI GUERRA SUL GOLFO

Come si scatena una guerra

In questi giorni, gli Stati Uniti accusano il governo iraniano di aver attaccato cargo petroliferi nello stretto di Ormuz. Il governo inglese subito si allinea all’alleato/padrone e ritiene certe le prove fornite, che si risolvono in alcuni video sfocati aperti a qualsiasi interpretazione. Fra i leaders occidentali, solo Jeremy Corbyn alza la voce per invitare alla cautela ed evitare ogni escalation perché prove non ce ne sono. Il resto dell’Europa tace.

Allora è il caso di andare indietro di qualche anno. Continua a leggere

Pubblicato in MC