Minima Cardiniana 293/7

Lunedì 21 settembre 2020, San Matteo Apostolo

LIBRI LIBRI LIBRI

Fascismo e modernizzazione. a cura di G. Morbidelli, Bagno a Ripoli (FI), Passigli, 2019, 300 pp., 28 euri
Questo volume offre una rilettura del tentativo del fascismo di affrontare le sfide della modernità. Apparsa dapprima in edizione limitata e con diverso titolo, questa raccolta di saggi è affidata a alcuni specialisti, tra cui storici come Emilio Gentile e Francesco Perfetti; filosofi come Emanuele Severino; economisti come l’ex ministro del tesoro Piero Barucci, l’ex vice-direttore generale di Banca d’Italia Pierluigi Ciocca o Alessandro Petretto; giuristi illustri come Maurizio Fioravanti, Fabio Merusi o Giuseppe Morbidelli, che oltre al suo contributo ha curato questo volume. Sono di quegli anni i successi dell’industria aeronautica, automobilistica e navale, così come gli straordinari risultati raggiunti nella fisica dai “Ragazzi di via Panisperna”, i grandi interventi infrastrutturali, dalle bonifiche a strade e ferrovie, e l’avvio di processi economici lungimiranti come la costituzione dell’IMI e dell’IRI o la legislazione bancaria. Una lettura dunque che invita ad un’analisi non superficiale di un periodo cruciale della nostra storia, rivelatosi di grande importanza perché, malgrado l’autoritarismo, la violazione dei diritti e la mancanza di libertà che caratterizzarono il fascismo e che condussero il paese al disastro della guerra, è in quegli anni che affondano le radici di alcune delle innovazioni giuridiche ed economiche che hanno avuto un ruolo anticipatore della cultura istituzionale del dopoguerra. Continua a leggere

Pubblicato in MC

Minima Cardiniana 293/8

Lunedì 21 settembre 2020, San Matteo Apostolo

GIUSEPPE GALASSO, QUALCOSA DI PIÙ DI UN “RICORDO”
Questa non è una recensione. Non parliamo di libri. Parliamo di un uomo, di uno studioso, di un cittadino scomparso soltanto due anni fa. A indurci a riparlare di lui è il fatto che il dibattito sul “senso della storia” è tornato recentissimamente in primo piano. E di ciò egli fu un Maestro.
In altri tempi, in un’Italia che non era ridotta ad adorare solo i campioni del calcio e le stars televisive, per lui i pubblici uffici avrebbero esposto il tricolore a mezz’asta. Ora, il mondo degli studi non è più lo stesso. E si stenta ancora a credere che se ne sia andato. Continua a leggere

Pubblicato in MC

Minima Cardiniana 293/9

Lunedì 21 settembre 2020, San Matteo Apostolo

IN MEMORIAM: ROSSANA ROSSANDA
Si è spenta a Roma, domenica 20 settembre all’età di 96 anni, Rossana Rossanda, una delle voci più autorevoli della sinistra italiana della seconda metà del Novecento.
Originaria della Pola istriana, classe di ferro 1924, la Rossanda fu dirigente del Pci negli anni cinquanta e sessanta, deputata per la prima volta nel ’63, icona della sinistra internazionale, amica di Sartre e Foucault. Radiata dal Partito nel 1969, insieme ai compagni “ingraiani” Luigi Pintor, Valentino Parlato, Lucio Magri, Aldo Natoli e Luciana Castellina fondò “il manifesto”, dapprima rivista e poi quotidiano. Continua a leggere

Pubblicato in MC