Minima Cardiniana 333/4

Domenica 26 giugno 2021
XIII Domenica del Tempo Ordinario, San Cirillo di Alessandria

MICHELE RALLO
BIDEN: TORNA L’AMERICA CATTIVA
La partecipazione di Joe Biden ai recenti summit del G7 e della NATO è stata salutata da giornali e tv con lo slogan “l’America è tornata”. Sottintendendo che il ritorno avveniva dopo i quattro anni della presidenza Trump, contrassegnati da attriti e incomprensioni con gli alleati europei. Slogan veritiero ma incompleto. Avrebbero dovuto aggiungere che era tornata l’America cattiva, quella del Deep State guerrafondaio, quella del “Complesso militar-industriale” che sogna lo scontro all’ultimo sangue con Russia e Cina, quella che vuole usare gli europei come carne da macello, quella delle “rivoluzioni colorate” per abbattere i governi non allineati, quella delle “primavere arabe” per aprire la strada al terrorismo islamico, quella che vuole dominare il mondo con la scusa della democrazia.
Che gli alti e nobili ideali democratici siano soltanto un pretesto per fare le guerre, è un fatto storicamente accertato. Cento anni or sono – nel 1917 – fu un altro Presidente americano, Thomas Woodrow Wilson, a trascinare gli Stati Uniti d’America nella Prima guerra mondiale (contro la volontà della stragrande maggioranza degli americani) con la scusa di “rendere sicuro il mondo per la democrazia”. Continua a leggere

Pubblicato in MC | Contrassegnato ,

Minima Cardiniana 333/5

Domenica 26 giugno 2021
XIII Domenica del Tempo Ordinario, San Cirillo di Alessandria

MANLIO DINUCCI
JOE BIDEN PALADINO DEI DIRITTI UMANI
Il Summit Usa-Russia, il 16 giugno a Ginevra, è stato definito dal presidente Biden “buono, positivo” e dal presidente Putin “abbastanza costruttivo”. Dovremmo quindi sentirci un po’ rassicurati in una situazione in cui l’Europa è in prima linea in quello che la Nato definisce “il punto più basso della nostra relazione con la Russia dalla fine della guerra fredda”? I fatti ci dicono il contrario. Nel momento stesso in cui in Svizzera era in corso il Summit Usa-Russia, nel Baltico era in corso la Baltops 50, una delle 20 grandi esercitazioni militari Usa-Nato in Europa nel 2021. Continua a leggere

Minima Cardiniana 332/1

Domenica 20 giugno 2021, San Metodio

EDITORIALE
VENGHINO VENGHINO AL GRAN BESTIARIO MEDIATICO. DI SCENA I SOMARI E GLI SCIACALLI
Dell’indegno spettacolo offerto da “Rete 4” a proposito della povera ragazza pakistana uccisa dai familiari e dell’indegna speculazione (im)politica e (anti)culturale che qualcuno ci ha imbastito sopra, vorrei parlare il meno possibile. La sfilata di alcuni bipedi da anni ohimè al proscenio politico e parlamentare del nostro povero paese ci ha fornito (e non ce n’era bisogno) una prova ulteriore dell’abisso d’ignoranza e di disonestà nel quale siamo precipitati. Bipedi ben foraggiati a spese del popolo italiano ci hanno offerto una desolante prova della loro arroganza, della loro impreparazione, della loro ignoranza e della loro disonestà. Speculare su un triste, orribile fatto di cronaca per estorcere alle prossime elezioni qualche migliaio di suffragi in più ramazzati nella feccia degli analfabeti è manovra troppo indegna per definirla degna di quei nobili canidi dal pelo dorato che sono gli sciacalli, antichi semiamici dell’uomo (e predatori-“operatori ecologici” utilissimi: loro…). Pronunziare con sussiego le solite decrepite idiozie sull’Islam “incivile” e sulla “superiorità dell’Occidente” equivale a ostentare impudicamente la propria ignoranza (o malafede: o entrambe le cose insieme) a proposito di una cultura che ha le stesse basi della nostra – il messaggio di Abramo e le radici ellenistiche – e che ha fornito i presupposti scientifici e tecnologici al decollo della tanto decantata “civiltà occidentale”: e tutto ciò è bassezza troppo infima per paragonarla alla stupidità del nobilissimo equino sul quale il Cristo è entrato in Gerusalemme e che i contadini arabi chiamano affettuosamente Shaikh, “Vecchio” (da cui la parola siciliana Sceccu).
Basta così. Godetevi il resoconto della serata (Minima Cardiniana 332/2 | Un indegno talk show (francocardini.it)). Ma domandatevi: se un parlamentare copre di offese e di contumelie due milioni e mezzo di suoi connazionali (tanti sono i cittadini italiani di religione musulmana), non sarà che, oltre a sputacchiare su tante brave persone che concorrono a costruire il suo ohimè lauto stipendio, commette anche un qualche reato passibile di venir – come c’è da augurarsi – denunziato e perseguito? Riflettete, gente, riflettete. FC