Minima Cardiniana 351/1

Domenica 7 novembre 2021, San Vincenzo Grossi

EDITORIALE
LETTERA AL SIGNORE, DIO DEGLI ESERCITI
Sappiate anzitutto (ma chi deve saperlo, già lo sa da tempo) che io sono – come si autodefinisce lo scudiero Jons ne Il Settimo Sigillo di Ingmar Bergman, il film che da ormai più di sessant’anni scandisce la mia esistenza – “un uomo piacevole e discorsivo”: cerco di essere generoso quanto posso, non sono per nulla vendicativo (anche perché ho imparato presto e a mie spese che non c’è vendetta che non ti ricada subito addosso), mi sforzo di capire gli altri e di essere al contrario severo con me stesso. Continua a leggere

Minima Cardiniana 351/2

Domenica 7 novembre 2021, San Vincenzo Grossi

ANNIVERSARI EPOCALI
1521-2021. A MEZZO MILLENNIO DALL’AVVIO DELLA GLOBALIZZAZIONE
Cinquecento anni or sono. Nell’agosto del 1521 Hernan Cortès, nel nome del re di Spagna Carlo I ch’era anche Carlo V sacro romano imperatore, conquistava ed occupava Tenochtitlán capitale dell’impero azteco. Era la conclusione della prima grande impresa di un’Europa cristiana che si accingeva a sottomettere tutte le potenze della terra. Era anche il presupposto alla colossale invasione di metalli pregiati, oro e argento, nel nostro continente, che avrebbe provocato ben presto una colossale inflazione, la “rivoluzione dei prezzi” e la prima crisi internazionale della Modernità. Continua a leggere

Minima Cardiniana 351/3

Domenica 7 novembre 2021, San Vincenzo Grossi

THE DAY AFTER. DISINCANTO, DISINGANNO E DELUSIONE DOPO LA COP26 (CONFERENCE OF THE PARTIES)
Finalmente, se non altro, si è cominciato a parlarne sul serio, rompendo la congiura del silenzio organizzata dall’omertà politico-mediatica sul tema (omertà che su altri temi, dall’Afghanistan alla Palestina, continua). Da molti decenni storici, climatologi e storici del clima – non solo il celebre Emmanuel Le Roy Ladurie – insistono su un evento di lungo periodo, la cosiddetta “sinusoidale delle oscillazioni climatiche postglaciali”, che su un arco di circa un millennio condurrebbe il globo terrestre a veder crescere la sua temperatura media di alcuni gradi (pochi in assoluto, ma tali da provocare enormi sconvolgimenti) da un optimum climatico di surriscaldamento a un pessimum e quindi a un optimum successivo. Continua a leggere