Minima Cardiniana 356/4

Domenica 12 dicembre 2021
Terza Domenica di Avvento, Laetare Jerusalem

FASCIOMANIA (PARTE SECONDA)
DAVID NIERI
LA “PIAZZA PULITA” (E LA COSCIENZA SPORCA) DEGLI ANTIFASCISTI MILITANTI
Giovedì scorso, 9 dicembre, la puntata del talk Piazzapulita, in onda su LA7, ha ospitato il medievista Franco Cardini e il politologo Marco Tarchi. “Strani” ospiti, in effetti. Ma forse, per dare una lustrata di democrazia al format – dai la cera, togli la cera –, le cui inchieste, spesso a senso unico, di democrazia hanno ben poco, si è pensato di alzare l’asticella della qualità del dibattito, che poi, purtroppo – come previsto – è andato a infrangersi contro lo scoglio del politicamente corretto col bianchetto. In ogni modo, in quella manciata di secondi loro concessi, Marco Tarchi e Franco Cardini qualcosa sono pur riusciti a dire. Continua a leggere

Minima Cardiniana 356/5

Domenica 12 dicembre 2021
Terza Domenica di Avvento, Laetare Jerusalem

NO AL “BUONE FESTE”: VIVA SEMPRE IL “BUON NATALE”!
Le “direttive” dell’Unione Europea sono spesso inutili, talora anche ridicole. Ma in tempi d’isteria politically correct, non c’è da aspettarsi di meglio. Ora è la volta della lotta al “Buon Natale!”, che si dovrebbe correggere con un insulso, incolore “Buone Feste!”. Ma chi si è mai lamentato del “Buon Natale!”. Qualche comunità ebraica o musulmana? Manco per idea. E allora chi? Qualcuno dei soliti patetici agnostici laicisti tutti Grembialino e Tre Puntini? Ma di loro, diciamolo alla romana, nun ce ne poterebbe frega’ de meno.
A parte tutto ciò, si ha un’idea di quanto profonde siano le radici del Natale, di quanto infame sia qualunque tentativo di sminuirlo in tempi nei quali tanto si parla a torto o a ragione d’identità? Ricordiamoci di tre o quattro cosette, sommariamente descritte qua sotto.
Continua a leggere

Pubblicato in MC | Contrassegnato

Minima Cardiniana 356/6

Domenica 12 dicembre 2021
Terza Domenica di Avvento, Laetare Jerusalem

È N.A.T.O. IL NUOVO ORDINE DEMOCRATICO
MANLIO DINUCCI
LA TRAGICA FARSA DEL SUMMIT PER LA DEMOCRAZIA
Il 9-10 dicembre il Presidente Biden ospiterà il “Summit per la Democrazia” che ha riunito riunirà, in collegamento mondiale online, “leader di governo, società civile e settore privato”. La lista degli invitati comprende 111 paesi. Tra questi 28 dei 30 membri della Nato: mancano Turchia e Ungheria ma, in compenso, ci sono Israele e Ucraina, insieme a 26 dei 27 membri della Ue salvo l’Ungheria. Il Summit “fornirà loro una piattaforma per difendere la democrazia e i diritti umani all’interno e all’estero, per affrontare attraverso un’azione collettiva le più grandi minacce che hanno di fronte oggi le democrazie”. Verrà in tal modo avviato “un anno di azione per rendere le democrazie più reattive e resilienti”, che culminerà con un secondo Summit in presenza per “costruire una comunità di partner impegnati nel rinnovamento democratico globale”. Continua a leggere