Minima Cardiniana 377/1

Domenica 8 maggio 2022, Madonna del Rosario di Pompei

EDITORIALE
SONO TUTTE DITTATURE…
A “Il Foglio” di ieri, sabato 7 maggio 2022, era annesso un corposo fascicolo dall’ambiziosi titolo Il mondo dopo Putin. Chi vuole, può procurarselo. Di particolare interesse, fra l’altro, il saggio di Anne Applebaum, I dittatori si combattono così (pp. 15-21). L’Autrice, premio Pulitzer 2004 per un libro sui Gulag, ci spiega fra l’altro che cos’è un dittatore. Era ora che qualcuno parlasse chiaro. Certo, molte cose sorprendono: ad esempio la conclamata equivalenza, alquanto afilologica, tra autocrazia/autocrate e dittatore/dittatura. Ma non è certo il caso di sottilizzare.
Comunque, in apparenza, il discorso della signora Applebaum parrebbe banale: ma non è così. Provate a decrittarlo. Ad esempio, in questo modo: leggendone il primo capoverso e poi attenendovi alle istruzioni che vi daremo.
Continua a leggere

Minima Cardiniana 377/2

Domenica 8 maggio 2022, Madonna del Rosario di Pompei

UN’INTERVISTA A FRANCO CARDINI
KIRILL: SANZIONI “PROVA DI COME SIAMO CADUTI IN BASSO”
“Ormai non mi meraviglio più di nulla, ma è assolutamente fuori dalla grazia di Dio. Siamo alle comiche finali. Questa proposta è la prova di come siamo caduti in basso e che manca il buon senso più elementare”. È questa la lettura di Franco Cardini, storico, docente e saggista, in un’intervista all’AGI dopo che la Commissione Ue ha proposto di includere anche il patriarca di Mosca, Kirill, tra gli individui da sanzionare per l’invasione dell’Ucraina. “Se quello che vogliamo è dichiarare la guerra totale alla Russia, le sanzioni a Kirill dopo aver vietato la lettura di Guerra e Pace servono perfettamente a continuare a farci del male se non a coprirci di ridicolo” ha proseguito l’esperto di storia delle religioni. Per Cardini non ci si può scandalizzare per la linea di Kirill – che ha benedetto la guerra contro l’Ucraina e sostenuto pienamente le azioni aggressive delle truppe russe sul suolo ucraino – in quanto “la Chiesa ortodossa di Mosca è un organo statale, lo era anche quando il capo dello Stato era ateo: ne sapeva qualcosa Stalin, ma a quanto parte noi ce ne siamo dimenticati”. Continua a leggere

Minima Cardiniana 377/3

Domenica 8 maggio 2022, Madonna del Rosario di Pompei

UN “NON-COBELLIGERANTE” TUTTO RISPETTO PER LA LIBERTÀ, LA SOVRANITÀ E LA VITA UMANA…
UCRAINA, LA NATO GELA ZELENSKY: MAI LA CRIMEA ALLA RUSSIA
Ieri l’apertura del leader ucraino a Putin. Stoltenberg: “Ci siamo sempre opposti al controllo russo su parti del Donbass nell’Ucraina orientale”
Altolà della Nato sull’annessione della Crimea alla Russia. Dopo l’apertura di Zelensky di ieri, con il leader ucraino che è sembrato pronto a rinunciare alla penisola pur di arrivare alla pace, arriva oggi lo stop del segretario generale dell’Alleanza Jens Stoltenberg. “I membri della Nato non accetteranno mai l’annessione illegale della Crimea”, dichiara in un’intervista al giornale tedesco Welt, ripresa da Ukrinform. “Ci siamo sempre opposti al controllo russo su parti del Donbass nell’Ucraina orientale”. Poco prima il suo braccio destro, il vicesegretario generale Mircea Geoana, in un’intervista ad Al Jazeera, sottolineava come la guerra stesse entrando in una “fase decisiva”. In mattinata il ministro degli Esteri Di Maio aveva definito le parole di ieri di Zelensky: “Un’apertura importantissima”. Continua a leggere