Minima Cardiniana 394/1

Domenica 2 ottobre 2022, Santi Angeli Custodi

EDITORIALE
TUTTO SEMBRA GRAVE, MA FORSE È PEGGIO…
Diranno come al solito che ho un debole per Giorgia Meloni, ma lei fa quel che fa perché non può né vuole fare altro. È il suo momento: lei fa il mestiere della politica, sa che sta passando il suo autobus e difficilmente le capiterà di nuovo un’occasione del genere. È stata una bella vittoria: non solo e non tanto per il responso delle urne, peraltro negativamente condizionato dall’altissimo numero dei non votanti che nessun politico degno di questo nome può ignorare o sottovalutare, quanto per l’aver giocato tutti i suoi avversari con una mossa magistrale. Era il brutto anatroccolo del parlamento, lei perennemente sotto schiaffo con la spada di Damocle della rinnovata accusa di antifascismo che poteva scoccare in qualunque momento. Ma è riuscita a mettere a segno un colpo magistrale, costruito poco a poco e giorno per giorno. Continua a leggere

Minima Cardiniana 394/2

Domenica 2 ottobre 2022, Santi Angeli Custodi

IN MEMORIA DI UN AMICO PARTITO PER IL GRANDE VIAGGIO
UN SOGNO, UNA VISIONE… O QUALCOS’ALTRO
Quando il dottor Alessandro Loretti, per gli amici Sandro, per gli intimi Zolfo, si trovò nella grande sala dalla lunghissima guida di porpora che portava fino al trono dell’Altissimo, si chiese come ci fosse arrivato, chi ce lo avesse portato, chi gli avesse perfino rintracciato quel suo vecchio abito stazzonato di lino bianco che lui adorava. Gli aveva perfino trovato la fida chitarra, quel qualcuno.
Sul fondo della sala stava su un podio alto tre gradini il ricco trono dell’Altissimo: e Lui era seduto là, severo e solenne, fasciato nella veste candida e purpurea: accanto a Lui, alla Sua destra, L’Angelo Rosso del Giudizio con il lungo scettro d’oro e, alla sua sinistra, l’Angelo Azzurro della Morte armato di una forte spada. Continua a leggere

Minima Cardiniana 394/3

Domenica 2 ottobre 2022, Santi Angeli Custodi

ASCOLTATE GENTE, A SUA IMPERITURA VERGOGNA, LE FOLLI PAROLE DEL TIRANNO
VLADIMIR PUTIN
CRIMINI E MISFATTI DELL’OCCIDENTE
Pubblichiamo il discorso del Presidente in occasione della firma degli accordi per l’ammissione alla Russia delle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, delle regioni di Zaporozhye e Kherson, 30 settembre 2022.
Oggi firmiamo i trattati di ammissione alla Russia della Repubblica Popolare di Donetsk, della Repubblica Popolare di Lugansk, della Regione di Zaporozhye e della Regione di Kherson. Sono sicuro che l’Assemblea Federale sosterrà le leggi costituzionali sull’ammissione e la formazione in Russia di quattro nuove regioni, quattro nuove entità costitutive (nuovi soggetti) della Federazione Russa, perché questa è la volontà di milioni di persone. Continua a leggere