Minima Cardiniana 402/4

Domenica 27 novembre 2022, Prima Domenica d’Avvento

PACIFISMO, AFFARISMO, AUTOLESIONISMO
TUTTE LE ARMI INVIATE ALL’UCRAINA DA FEBBRAIO A OGGI
di Paolo Mauri
L’Ucraina ha potuto sostenere l’impatto dell’invasione russa grazie a una serie di fattori tra cui spiccano la fornitura di dati di intelligence da parte di Stati Uniti e Regno Unito ma soprattutto il flusso di armamenti proveniente dalla Nato e da altri alleati dell’Occidente.
Abbiamo già avuto modo di stabilire che il sostegno militare dell’Alleanza a Kiev, dal 2014 – anno in cui la Russia si annette la Crimea dopo un’abile azione di Hybrid Warfare e destabilizza il Donbass con un’azione non altrettanto abile – al 2022, è stato rivolto più all’addestramento/riforma delle Forze Armate ucraine che alla fornitura di armamenti. La quantità di questi ultimi è però andata aumentando negli ultimi 4 anni, a fronte dell’acuirsi della crisi tra Ucraina e Russia, ma solo con l’inizio del conflitto il 24 febbraio scorso il sostegno si è fatto numericamente e qualitativamente importante. Continua a leggere

Minima Cardiniana 402/5

Domenica 27 novembre 2022, Prima Domenica d’Avvento

IL DOVERE DELLA MEMORIA. I CRIMINI DI UNO SCRITTORE NAZISTA E LE BENEMERENZE DI UN’AGGRESSIONE DEMOCRATICA
GUNNAR GUNNARSSON, LO SCRITTORE ISLANDESE DIMENTICATO
di Amerino Griffini
Giorni fa, in un contesto polemico ma non troppo a proposito della guerra d’Ucraina, avevo ricordato i bombardamenti “per errore” fatti dagli Alleati su territori neutrali (Svizzera e Città del Vaticano), accennando anche, sempre a proposito di violazioni, all’invasione della neutrale Islanda.
L’occasione dell’anniversario della morte di un famoso scrittore islandese, mi dà l’opportunità di collegarmi a quell’accenno.
Il 10 maggio 1940, i britannici e i canadesi invasero improvvisamente la neutrale Islanda.
Il pretesto fu che avrebbero potuto invaderla i tedeschi.
Con questo criterio si potrebbero giustificare molte invasioni, compresa la preventiva operazione russa di febbraio in Ucraina effettuata per sventare la palese conclusiva minaccia della NATO. Continua a leggere

Minima Cardiniana 401/0

Domenica 20 novembre 2022, Cristo Re

Con la festa liturgica della Regalità del Cristo, che rinvia alla Fine dei Tempi, la Chiesa celebra la conclusione dell’Anno Liturgico; il Tempo d’Avvento, che adesso si apre, segna l’inizio dell’Anno Liturgico 2023; l’Avvento, che si articola in quattro settimane, è tempo di penitenza e di attesa.

INDICE
1. EDITORIALE
2. “TUTTA LA STORIA È STORIA CONTEMPORANEA”, MA BISOGNA INTENDERCI
3. ALTRI GUAI PER VALDITARA
4. IL MEDIEVISTA RAFFAELE SAVIGNI VERSUS FRANCO CARDINI: E LA REPLICA DI QUEST’ULTIMO
5. GUERRA E PACE
6. ANCORA IL COVID…

Pubblicato in MC

Minima Cardiniana 401/1

Domenica 20 novembre 2022, Cristo Re

EDITORIALE
LA BUFALA DEL MISSILE RUSSO E I SERI IMPEGNI CHE ATTENDONO IL PREMIER MELONI
Il Presidente Giorgia Meloni, con tempestività encomiabile ma in questo caso degna forse di miglior causa, è corso in aiuto al premier-showman Zelensky appoggiando la sua ormai disperata solitudine nell’attribuire ai russi la paternità del missile – senza dubbio di fabbricazione russa, detenuto però dagli ucraini – caduto su una fattoria al confine ucraino-polacco. Nei giorni scorsi, il politico-attore in canottiera militare aveva imperversato su tutti i media generosamente posti a sua disposizione starnazzando su un deliberato attacco russo a un paese NATO e invocando l’assalto immediato di tutti i paesi atlantici contro il paese aggressore ai sensi dell’articolo 5 dello statuto dell’alleanza atlantica. Continua a leggere