Minima Cardiniana 366/6

Domenica 20 febbraio 2022, Sant’Eleuterio

COVID: LA POLEMICA CONTINUA
LA RISPOSTA DI ANDREA FASSÒ A FRANCESCO BENOZZO
Caro Francesco,
il nostro carissimo amico Franco Cardini ci invita a uno sforzo. Proviamo.
Anzitutto ti ringrazio per le tue parole di elogio per mio padre – mio primo, grande maestro – e per le tue sincere espressioni di amicizia e stima per me (che ricambio di tutto cuore).
Cercherò di essere un po’ meno veemente e canzonatorio, anche se quando si incontrano eccessi verbali – mi permetti di chiamarli così? – come i tuoi (insomma quelle che i teologi nel loro latino sofisticato chiamano sparate), la tentazione di rispondere a tono è forte; e tu sai che in quanto a ironia e sarcasmo, se mi ci metto, me la cavo abbastanza bene. Ma vedrò di moderarmi. E di praticare l’arte del dubbio: non solo verso gli altri (cosa non difficile), ma anche verso me stesso. Continua a leggere

Minima Cardiniana 364/4

Domenica 6 febbraio 2022
San Tito, V Domenica dopo l’Epifania

AMICIZIE E DISCUSSIONI AI TEMPI DEL COVID
Ormai le polemiche sul Covid e sul vaccino sono parte del nostro abituale panorama esistenziale, con molte varianti: qui ad esempio, da qualche settimana, leggiamo delle prese di posizione del filologo Francesco Benozzo e delle critiche al riguardo del suo Maestro e Amico Andrea Fassò. Ormai sono una consuetudine…
Fassò replica puntualmente alle ragioni del CIEB, dal quale a questo punto ci attendiamo una controreplica. Fassò se la prende col suo Allevo, Collega e Amico Francesco Benozzo, “obiettore di coscienza” al vaccino e per questo sospeso dall’insegnamento universitario e dal relativo stipendio. È, lo ripetiamo, anche suo amico. Resta tuttavia fedele alla massima
Amicus Franciscus, magis amica Veritas: che dal canto mio non mi sogno nemmeno di contestare. Continua a leggere

Minima Cardiniana 362/4

Domenica 23 gennaio 2022, Santa Emerenziana

EPISTOLARI 2022
UNA LETTERA DI ANDREA FASSÒ…
Caro Franco,
vorrei sottoporti due questioni di tenore molto differente.
1. Emmanuele
In MC 358/2 (26 dicembre 2021) tu affermi che “mancano prove storiche sicure che Gesù sia davvero mai nato, che cioè sia un personaggio storico al pari di Mozart, o di Napoleone, o di Gino Bartali: insomma di un qualunque essere umano la vita e l’identità del quale siano supportate da una documentazione obiettiva e sicura”. Continua a leggere

Minima Cardiniana 349/3

Domenica 24 ottobre 2021, S. Antonio Maria Claret

ANTIBARBERISMO
Il “Tiro ad Alessandro Barbero” sembra di recente divenuto uno sport nazionale, dopo le esternazioni di Gramellini e di Grasso. Al noto storico torinese si rimproverano giudizi sulla questione dei vaccini e sulle foibe; più di recente, è stata ferocemente attaccata una sua esternazione a proposito del ruolo e delle carriere delle donne nell’Università che possono o meno essere condivise, ma che francamente non mi sembravano degne della durezza delle reazioni scatenate.
Preferisco non entrare nel merito di quelle accuse, anche perché – lo confesso – ho con Barbero rapporti di quarantennale amicizia. Tuttavia non posso tacere il fatto che molti attacchi mi sembrano ispirati a poco esemplari sentimenti d’invidia nei confronti della meritata notorietà e del non meno meritorio successo dello studioso, ch’è anche apprezzato romanziere e, oggi,
anchor man dell’alta divulgazione storica in TV.
Beninteso, tra le molte voci accusatorie ve ne sono alcune che, toni a parte, hanno l’aria di essere motivate da sentimenti di onestà. Ne pubblichiamo comunque una che, al contrario, milita in difesa del docente dell’Università di Vercelli, ma non senza prendere da lui qualche distanza. Il tutto in termini molto equilibrati e cordiali.
Continua a leggere