Minima Cardiniana 386/4

Domenica 10 luglio 2022, Sante Rufina e Seconda

di Franco Cardini

LA CAPONATA
A proposito di vilipendio. Ne abbiamo scovato un altro, di questi prodi cavalieri che prima di partire lancia in resta contro il drago si assicurano che, in realtà, il mostro da affrontare è solo una lucertola. Fedeli a una nostra ben collaudata tradizione, che ci vieta di nominare invano il Santo Nome di Dio per non profanarLo ma anche certi nomi (e cognomi) di bipedi per non doverci poi lavar la bocca col sapone, non faremo all’autore di questo ignobile vilipendio il favore di una propaganda gratuita. Diciamo che la Caponata che state per leggere esce dalla cucina di un tizio il nomen del quale è un omen.
Chi ci ha servito questo poco appetitoso piatto è stato “Il Foglio” di sabato 28 – domenica 29 maggio 2022. Avremmo dovuto forse parlarne con maggiore tempestività: ma, nostra culpa, solo adesso ci è stato segnalato.
L’Autore, dando fra l’altro prova di raffinata arguzia letteraria, gioca abilmente e originalmente con le parole: e intitola
La Chiesa di Chiesa una sua maramaldata diretta a infangare la memoria di Giulietto Chiesa.
Già il sottotitolo è tanto divertente nel contenuto quanto coraggioso nella denunzia:
Continua a leggere

Minima Cardiniana 384/3

Domenica 26 giugno 2022, San Vigilio

DETRATTORI CERCANSI
… NO, CARO FURBASTRO SCROCCONE, NON AVRAI PUBBLICITÀ GRATIS…
Il caso di quelli che cercano di farsi pubblicità on line attaccando persone più o meno note e magari sparlandone esageratamente per creare un caso e far circolare così anche il proprio nome propone una variabile della strategia di quelli che una volta si definivano “portoghesi”. Ma non faremo a certi volgari opportunisti l’onore di renderli concittadini di Enrico il Navigatore; né il favore di far loro pubblicità gratis. Che è quello che cercano. Individuano qualcuno che, a torto o a ragione, è o essi ritengono essere persona di qualche “visibilità” (tutti i tangheri di questo mondo sono a caccia di “visibilità”: è una delle virtù del nostro Beato Occidente Moderno) e cominciano a coprirlo di provocazioni e d’insulti sperando che perda le staffe e risponda loro per le rime chiamandoli con i loro nome e cognome. Pubblicità gratis. E se poi la persona bersagliata magari li querela, tanto meglio: così, da spregevoli provocatori e delatori quali sono, faranno anche la figura delle vittime.
A Franco Cardini molti hanno appiccicato più o meno strampalati epiteti. Al tempo delle crisi afghana e irakena, qualcuno lo definiva “lo ayatollah Cardini”: il che a lui – ”filoislamico” – non dispiaceva. Oggi lo definiscono “kolonnello Kardinoff”: il che a lui – “putinista” – ancora una volta non dispiace.
Continua a leggere