Minima Cardiniana 376/2

Domenica 1 maggio 2022, III Domenica del Tempo Pasquale
San Giuseppe Lavoratore, Festa del Lavoro

LA TERRA DEL TRAMONTO SI CHIAMA EUROPA
RAFFAELE IANNUZZI
DECLINO STATUNITENSE E GUERRA IN UCRAINA: È ARRIVATA L’ORA DELLA VERITÀ PER L’OCCIDENTE?
Questa è l’ora della verità per l’Occidente. Il destino sembra colpire la realtà della nostra civiltà. La Germania, più debole che mai, ha creato la parola che richiama al presente: Abendland, Terra del Tramonto. Il filosofo tedesco Martin Heidegger (1889-1976) ci aveva già insegnato a tal proposito la lezione più dura: l’Occidente è la Terra del tramonto.
Tramontare con stile e grandezza non è facile. Certo è che la situazione attuale sembra favorire soprattutto il paradosso: gli Stati Uniti sono una ex superpotenza, l’Unione europea è un combinato disposto di procedure burocratiche e fragilità nazionali che, insieme, tracciano il solco del tramonto. Continua a leggere

Minima Cardiniana 372/1

Domenica 3 aprile 2022, V Domenica di Quaresima

EDITORIALE
AMEUROPA VERSUS EURASIA
Quando penso ai “valori del nostro Occidente”, dei quali tanti e tanto dottamente (per quanto non altrettanto analiticamente) straparlano oggi sui giornali, nelle TV, sui blogs e in quant’altro, io – vecchio ragazzaccio di San Frediano ormai forse un po’ rincoglionito, dati i miei vent’anni festeggiati nell’agosto del 2020 per la quarta volta – non riesco a non tornare con la mia mente decrepita a quel carissimo amico della mia infanzia, Uncle Ebenezer Scrooge, che all’epoca però io (stupido come adesso, ma anche molto più ignorante…) chiamavo Zio Paperone piegandomi bovinamente alla volontà di Mondadori che si piegava a quella della Disney Co. Continua a leggere

Minima Cardiniana 350/3

Domenica 31 ottobre 2021, San Quintino

REQUIEM PER L’EUROPA, SECONDO DE ANNA
Così parla De Anna. È un’opinione che rispetto.
LUIGI G. DE ANNA
EUROPA ADDIO
Non sono un politologo, e seguo poco e male quanto succede in Europa. Da cinquanta anni vivo all’estero. Si diventa “estranei”, anche a quanto sta attorno a noi. Ma da giovane no, credevo in quanto mio padre, e poi gli amici più anziani, mi avevano insegnato. Come Franco Cardini, l’estensore di questi Minima, anch’io non ho mai nascosto la mia appartenenza, totale. Altri, d’abitudine, col passare degli anni, ricordano ciò che furono, aggiungendo… sì, ma però… No, non ho nulla da rimproverarmi, con la sola precisazione che siamo figli e fratelli del nostro tempo e in quello viviamo, pensiamo ed agiamo.
Io ci credevo nell’Europa. Appartenevamo a un sodalizio (questo è il termine più appropriato, non un partito, o un’associazione, o un gruppo ideologico) che ebbe pochi anni di vita: “Giovane Europa”, fondato da Jean Thiriart. Oramai storia. Esiste anche una discreta bibliografia. Storia dell’Europa, che andava, dicevamo, da Brest a Bucarest. Ma col tempo allargammo i confini, e arrivammo, ad est, a Mosca e poi all’Eurasia, nome, oggi, della bella rivista del sodale Claudio Mutti. Una capitale: ad Aquisgrana. Una difesa comune, buttiamo la NATO nella spazzatura e con essa chi ancora l’ama. Un’alleanza di culture e interessi omogenei con Russia e Cina. Una mano stesa al mondo islamico e all’Africa. Continua a leggere

Pubblicato in MC | Contrassegnato

Minima Cardiniana 345/1

Domenica 26 settembre 2021, ss. Cosma e Damiano

EDITORIALE
MARINA MONTESANO
I SOTTOMARINI NUCLEARI CHE AFFONDANO LA NATO E L’EUROPA
Ormai la notizia sta scomparendo dai notiziari e dalla stampa italiana, e proprio per questo è opportuno tornarci sopra e riflettere su ciò che è avvenuto. Parliamo dell’affaire dei sottomarini nucleari francesi rifiutati dall’Australia. Continua a leggere