Minima Cardiniana 403/1

Domenica 4 dicembre 2022, Seconda Domenica di Avvento

EDITORIALE
SE NON È LA GOCCIA CHE FARÀ TRABOCCARE IL VASO, CI STIAMO AVVICINANDO…
Sotto Natale, si amerebbe poter dir bene di tutti. Ma davanti a certi spettacoli, come si fa a mantenere la calma? Certo, c’è un lato ridicolo nella faccenda di quello che qualcuno ha definito “estremismo atlantista”: ed esso consiste non solo nel suo spirito impudicamente bipartisan, con Letta e Calenda che arrancano dietro alla Meloni. In fondo, senza dubbio, ci sarebbe da ridere e magari da togliersi qualche soddisfazione: ma c’è poco da ridere perché tutto poi ci sta cadendo sulla testa – a noialtri europei in genere, italiani in particolare –, tanto sotto il profilo economico quanto sotto quello della politica. Continua a leggere “Minima Cardiniana 403/1”

Minima Cardiniana 400/1

Domenica 13 novembre 2022, Avvento Ambrosiano

EDITORIALE
SANTA GIORGIA E I DRAGHI
Davanti al grande cancello del Liceo Mamiani a Roma, due passi dal “Cupolone” di San Pietro, il portavoce degli studenti che hanno occupato l’edificio ed eretto barricate con i banchi di scuola, ha l’aria del bravo ragazzo di buona famiglia che ha buoni voti, è vestito sobriamente, si esprime con pacatezza e con proprietà di linguaggio. Ha la faccia pulita e la voce pacata: in questo non somiglia ai più meno coetanei dei suoi genitori che facevano e dicevano quasi esattamente le stesse cose nel Sessantotto, poi nel ’77, poi ai tempi delle “Pantere”. Quelli indossavano l’eskimo o il parka, i ragazzi avevano barba e capelli lunghi e avevano l’aria perennemente incazzata. Ma per il resto, siamo più o meno lì: stesso linguaggio “rivoluzionario”, stessa pochezza d’idee, stessa genericità di programmi. Continua a leggere “Minima Cardiniana 400/1”

Minima Cardiniana 399/2

Domenica 6 novembre 2022, San Leonardo

EDITORIALE
GIORGIA E I SUOI DRAGHI
C’è un’ironia talora sottile, talaltra feroce, nelle coincidenze. È presumibile che il presidente Meloni, che va fiera della sua fede cattolica sinceramente professata, sia felice del suo santo protettore, il guerriero Giorgio celebre sterminatore di draghi. Chi ha assistito, giorni fa, all’inedito e da molti inaspettato idillio tra il presidente del consiglio e il suo predecessore – che secondo un’attendibile testimonianza avrebbe definito “una fuoriclasse” quella che fino a pochi giorni fa veniva considerata dai media una ragazza della Garbatella dal pesante accento romanesco (mentre in realtà appartiene alla sparuta pattuglia dei politici seriamente poliglotti nel nostro paese) –, non ha mancato di alludere scherzosamente al cognome di Supermario. Continua a leggere “Minima Cardiniana 399/2”

Minima Cardiniana 399/6

Minima Cardiniana 399/6

Domenica 6 novembre 2022, San Leonardo

I NODI AL PETTINE, OVVERO LA (NON) UNIONE EUROPEA
UNIONE EUROPEA IN TILT. CHE FARÀ LA MELONI?
di Michele Rallo
La Von der Leyen non se n’è forse accorta, impegnata com’è a giocare alla guerra. Non se n’è accorta – dicevo – ma quel che resta del nucleo centrale dell’Unione Europea è prossimo al tracollo. Dopo l’abbandono dell’Inghilterra (e dopo il decadimento dell’Italia) la cosiddetta “Unione” era ormai ridotta ad un insicuro “asse franco-tedesco” e ad una pletora di nanetti politici che sgomitavano per raccogliere le briciole, magari sotto forma di piani “di resilienza” più o meno farlocchi. Continua a leggere “Minima Cardiniana 399/6”