Minima Cardiniana 365/5

Domenica 13 febbraio 2013, Santa Fosca

GOLDING VERSUS ORWELL
DAVID NIERI
IL GRANDE FRATELLO? NO, È IL SIGNORE DELLE MOSCHE IL TIRANNO DELLA MODERNITÀ
La scorsa settimana, l’articolo di Andrea Fassò (Minima Cardiniana 364/4 | Amicizie e discussioni ai tempi del Covid (francocardini.it)) sollevava, tra le altre cose, alcuni interrogativi riguardanti la distopia orwelliana che, a detta dell’autore (soprattutto in riferimento al romanzo distopico per eccellenza, ovvero Nineteen Eighty-Four [1984]), aveva ben preconizzato il futuro del “libero e capitalistico Occidente” e non quello dell’Unione Sovietica, come da tutti (o quasi) immaginato e riconosciuto. L’opinione di Andrea Fassò è condivisibile in linea generale ma non per quanto riguarda le precise intenzioni di George Orwell, che nei due capolavori dell’immediato dopoguerra poneva sotto la sua penna obiettivi ben definiti. Continua a leggere