Minima Cardiniana 373/4

Domenica 10 aprile 2022
Domenica degli Ulivi (o, secondo la latitudine, delle Palme)

GIUSEPPE PANISSIDI
GUERRA E PACE, OGGI
“È sempre guerra”. Irreparabile e dolente la conclusione di Lev Tolstoj in Guerra e Pace, l’epopea narrativa più autentica della letteratura moderna, sullo sfondo della crisi europea degli inizi dell’Ottocento. Il nostro pensiero, il nostro sentimento. Ancora. Sempre.
“Com’è tutto silenzioso, quieto e solenne, non come quando correvo – pensò il principe Andrej – non come quando correvamo, gridavamo e ci battevamo; non come quando il francese e l’artigliere si contendevano lo scovolo, con le facce furiose e spaventate: le nuvole scorrono in modo completamente diverso in questo cielo alto e infinito. Ma come ho fatto a non vederlo prima, questo cielo alto, e come sono felice di averlo finalmente conosciuto. Sì! Tutto è vano, tutto inganno, tranne questo cielo infinito. Non c’è niente, niente all’infuori di questo. Ma non c’è neppure questo, non c’è nient’altro che silenzio, pace ritrovata. E grazie a Dio!”. Continua a leggere