Minima Cardiniana 453/2

Minima Cardiniana 453/2

Domenica 4 febbraio 2024, Quinta Domenica del Tempo Ordinario
Sant’Andrea Corsini, San Gilberto

IL PUNTO
SENZA VIE DI USCITA
di Marco Tarchi
Per chi non ne avesse mai sentito parlare, è d’obbligo una spiegazione. “Formiche” è una rivista mensile che tratta di questioni politiche, economiche e sociali con articoli piuttosto brevi affidati a una larga rosa di specialisti e personalità pubbliche di varia nazionalità ed è collegata ad un sito che ospita commenti alle notizie di attualità e interviste. Chi scrive è stato più volte fra gli interpellati. I nomi dei collaboratori illustri non mancano. L’impostazione è dichiaratamente occidentalista, con un occhio di riguardo per la Nato e l’Unione Europea, una vigorosa linea antirussa e anticinese, un interesse acuto per le innovazioni tecnologiche e le loro ricadute – soprattutto geopolitiche. Di solito, i toni di chi interviene sulle sue colonne sono pacati e improntati a un umanismo che, a seconda delle firme, oscilla fra un cattolicesimo alla Comunione e liberazione d’antan e un approccio laico-moderato. Continua a leggere “Minima Cardiniana 453/2”

Minima Cardiniana 424/2

Minima Cardiniana 424/2

Domenica 25 giugno 2023, San Guglielmo

L’IDEOLOGIA “INEVITABILE”
EGEMONIA
di Marco Tarchi
Inevitabile. È questa la parola chiave attorno a cui ruota la maggior parte dei dogmi su cui si fondano l’ideologia oggi dominante e l’azione di proselitismo che vi si accompagna. Ogni fenomeno che intervenga a modificare, o a sconvolgere, il modo di vivere o di pensare che si è consolidato nel tempo fra la “gente comune” all’interno di una collettività finisce con il trovare la sua accettazione – prima – e la sua consacrazione – dopo – grazie all’applicazione di questo aggettivo da parte dei “leaders di opinione”. E la formula magica del progressismo, la visione del mondo che sin dalla sua nascita, nella celebrata “epoca dei Lumi”, ha puntato a scalzare l’assetto delle società basate sulle tradizioni per imporre nuovi criteri di valore. Primo fra tutti, come il termine da cui è derivato fa capire, la convinzione che ciò che viene dopo, nella dinamica di sviluppo degli eventi, sia sempre e comunque migliore di quel che c’era prima. Un passo in avanti nella direzione segnata – ecco un’altra espressione cruciale – dal “vento della Storia”. Che è poi quello che gonfia le vele delle élites intellettuali, chiamate a sollevare il popolo ignorante dalla sua congenita pigrizia e a portarlo ad accogliere come positiva ogni novità. Continua a leggere “Minima Cardiniana 424/2”

Minima Cardiniana 422/6

Minima Cardiniana 422/6

Domenica 11 giugno 2023, Corpus Domini

LA RESURREZIONE DI UNA MAI-MORTA: L’IDEOLOGIA
IDEOLOGIE
di Marco Tarchi
Le avevano date per morte, o perlomeno tramontate. Incapaci di esercitare sulle menti umane la presa di un tempo, di mobilitare entusiasmi ed energie, di spingere al sacrificio o all’abiezione – come era accaduto nell’arco di più di due secoli, perlomeno dalla nascita dell’Illuminismo in poi. Si pensava che sopravvivessero soltanto in microscopiche nicchie destinate a una lenta progressiva estinzione, dove conventicole di fanatici si intestardivano a celebrare i loro riti fuori dal tempo, a farsi coraggio a vicenda per superare il crescente isolamento, a coltivare rabbiosi e utopici sogni di rivalsa. Insomma, per le ideologie si era intonato il de profundis, in un primo momento in modo ancora circospetto, quasi sottovoce, poi con toni sempre più alti, fino a giungere – dopo la svolta avviata dal memorabile autunno 1989 – ad un coro possente alimentato dai proclami paralleli di politici ed intellettuali (specialmente da quelli che, nell’uno e nell’altro campo, più avevano creduto e fatto credere nella loro benefica insostituibilità e che adesso, con atti di pubblica contrizione più o meno sincera ed esibita, si dichiaravano pentiti e convertiti). Continua a leggere “Minima Cardiniana 422/6”

Minima Cardiniana 416/4

Minima Cardiniana 416/4

Domenica 30 aprile, San Pio V

UN’INTERVISTA A MARCO TARCHI
“DICHIARARSI ANTIFASCISTA? PER MELONI SAREBBE COME CEDERE A UN RICATTO”
Intervistatore Giacomo Puletti
Secondo Marco Tarchi, professore ordinario di Scienze politiche all’università di Firenze, “Meloni e i suoi hanno avuto quasi tre decenni per socializzarsi alle logiche del governo e del sottogoverno” e per questo “rinverdire i fasti del Ventennio è l’ultima delle loro preoccupazioni”. Continua a leggere “Minima Cardiniana 416/4”