Minima Cardiniana 406/1

Minima Cardiniana 406/1

Domenica 29 gennaio 2023, San Costanzo

EDITORIALE
CHI VUOLE CHE LA GUERRA CONTINUI?
Ancora una volta l’ambiguità, ancora una volta il duplice volto di chi da una parte tiene a presentarsi come paladino integerrimo della democrazia e della pace, dall’altra lavora concretamente affinché la guerra continui e si aggravi.
Ancora una volta il signor Zelensky, l’aspirante al palcoscenico di Sanremo secondo il quale siamo però tutti degli infami codardi in quanto non accorriamo fisicamente in armi al suo fianco, ha ottenuto quanto voleva: gli Abrams e i Leopard. Tuttavia, bisogna ammettere che c’è una sottile malafede nelle pur demenzialmente arrendevoli concessioni degli occidentali al governo ucraino: armi così sofisticate richiedono addestramento e manutenzione da parte di chi dovrà usarli, il che impegnerà sempre più un personale tecnico occidentale.
È un passo aventi sulla via di quelle decisa ed esplicita cobelligeranza che, sul paino giuridico-formale, è già in atto. E ormai siamo ai cacciabombardieri, agli F-116: la chiusura dei cieli ucraini è il prossimo gradino dell’escalation occidentale, per quanto il governo tedesco ancora esiti e dia segni palesi di disagio e di malumore. Continua a leggere “Minima Cardiniana 406/1”

Minima Cardiniana 397/3

Minima Cardiniana 397/3

Domenica 23 ottobre 2022, San Giovanni da Capestrano

ESPANSIONE DELLA NATO A EST
PROMESSE NON MANTENUTE E ACCORDI DISATTESI
Dal National Security Archive, traduzione di David Nieri
I documenti declassificati mostrano le garanzie di sicurezza contro l’espansione della NATO fornite ai leader sovietici da Baker, Bush, Genscher, Kohl, Gates, Mitterrand, Thatcher, Hurd, Major e Wörner.

La famosa assicurazione del Segretario di Stato americano James Baker “non un pollice verso est” sull’espansione della NATO nel suo incontro con il leader sovietico Mikhail Gorbaciov, il 9 febbraio 1990, faceva parte di una serie di promesse sulla sicurezza sovietica fornite dai leader occidentali a Gorbaciov e ad altri funzionari sovietici durante il processo di unificazione tedesca nel 1990 e nel 1991, secondo documenti declassificati statunitensi, sovietici, tedeschi, britannici e francesi pubblicati dal National Security Archive della George Washington University (Home | National Security Archive (gwu.edu)). Continua a leggere “Minima Cardiniana 397/3”

Minima Cardiniana 382/2

Domenica 12 giugno 2022, Santissima Trinità

INTERVISTA A FRANCO CARDINI
“LE ESERCITAZIONI NATO NEL BALTICO SONO UNA MINACCIA PER LA RUSSIA”
Sull’Ucraina la parola a Franco Cardini.

Professore, come la storia può aiutare a comprendere la tragedia del presente?
Perché possa aiutare, la storia andrebbe conosciuta, almeno un po’. E poi, altra accortezza: quando gli storici vestono i panni dei profeti, combinano solo disastri. Sempre. Gli storici, almeno fino a poco tempo fa, in un modo o nell’altro s’intestardivano nel voler dare un senso alla Storia. La Storia ha la sua ragione immanente, intima, la logica ci dice questo. E invece no. La Storia ha una fantasia inesauribile. Sarebbe stata una splendida romanziera. Continua a leggere “Minima Cardiniana 382/2”

Minima Cardiniana 379/2

Minima Cardiniana 379/2

Domenica 22 maggio 2022, Santa Rita da Cascia

BENVENUTA NEL CLUB NATOMÉDITERRANÉE, O TERRA DEL KALEVALA!
LUIGI G. DE ANNA
FINLANDIA FELIX, PER IL MOMENTO
Un amico mi manda uno spezzone della seconda intervista fatta da Oliver Stone a Vladimir Putin. Un documento di estremo interesse, le risposte di Putin sono assolutamente indispensabili per capire che cosa sia successo e stia succedendo in Ucraina. Oliver Stone appartiene a quella sparuta schiera di intellettuali americani che sanno ragionare al di fuori del pensiero unico. Il suo Platoon del 1986 è stato uno dei film sulla guerra del Vietnam che più ha contribuito a delineare la drammaticità di quel conflitto e le contraddizioni degli USA, divisi tra guerra patriottica e guerra di stampo colonialista. Stone partecipò lui stesso, da volontario, alla guerra, rimanendo in Vietnam dal settembre 1967 all’aprile 1968. Fu ferito due volte in azione, venendo decorato con la Bronze Star (in pratica la nostra medaglia d’argento al valor militare). Continua a leggere “Minima Cardiniana 379/2”