Minima Cardiniana 356/2

Domenica 12 dicembre 2021
Terza Domenica di Avvento, Laetare Jerusalem

EDITORIALE
DE SUI IPSIUS ET MULTORUM INANITATE
“La critica – diceva il vecchio caro Domenico Giuliotti – me la fo da me”. Il che non significa che io non sia riconoscente a chiunque mi segnali errori, inesattezze e qualunque altra forma d’inadeguatezza. So da me di esser pieno di difetti: e l’avanzare dell’età certo non mi favorisce. Né faccio mai il processo alle intenzioni dei miei censori: qualunque giusta critica, anche e perfino se fondata sulla malevolenza e sulla malafede, è benvenuta quando segnala qualcosa che de facto non è andato bene. Ammettere i propri difetti e sforzarsi di emendarli è doveroso e primario fondamento di convivenza civile. Continua a leggere