Minima Cardiniana 330/1

Domenica 6 giugno 2021, Corpus Domini

EDITORIALE
TIANANMEN, 4 GIUGNO 1989
Tiananmen: una parola magica; un nome che ancor oggi commuove.
Ma perché? In pratica, in concreto, di preciso, che cosa ricordiamo di quella parola, di quel luogo, di quell’evento a trentadue anni di distanza? Quanti ricordano qualcosa di specifico a proposito degli eventi di quei giorni (o, per meglio dire, di quei mesi, visto che proteste e repressione non si verificarono certo nell’arco di 24 ore), certamente hanno in mente l’immagine che sempre viene riprodotta: quella di un uomo, forse uno studente, che impedisce a un carro armato di passare, spostandosi mentre il veicolo prova a schivarlo. Se è solo quel fotogramma che ricordate, si può aggiungere che l’episodio fortunatamente non ebbe esito drammatico: l’uomo salì sul carro per parlare con i soldati, poi venne fatto allontanare da altri manifestanti. Oltre alle immagini, aleggia un vago ricordo di studenti che protestavano, in modo generico, per “la libertà”. Continua a leggere