Minima Cardiniana 358/2

Domenica 26 dicembre 2021
Celebrazione della Sacra Famiglia, Santo Stefano Protomartire

LE “TREDICI NOTTI” DELL’ANNO
Gesù, lo sanno tutti, è nato alla mezzanotte tra il 24 e il 25 di 2021 anni fa. Appunto, lo sanno tutti. Ed è invece, storicamente parlando, indimostrabile: e comunque in parte sbagliato, in parte insicuro.
Per quanto ciò possa apparire strano e magari sconvolgente, magari scandaloso, mancano prove storiche sicure che Gesù sia davvero mai nato, che cioè sia un personaggio storico al pari di Mozart, o di Napoleone, o di Gino Bartali: insomma di un qualunque essere umano la vita e l’identità del quale siano supportate da una documentazione obiettiva e sicura. Le stesse prove storiche non “primarie” – vale a dire appoggiate a documenti certi – ma almeno “secondarie”, cioè sorrette da testimonianze narrative, sono tutte più recenti di almeno alcuni decenni rispetto alla Sua morte. E i racconti che ne costituiscono le basi sono quelli evangelici: al di fuori di essi, ce ne mancano riscontri. Si sono provati in parecchi a sostenere la tesi della dimostrabilità del Cristo storico: invano. Tempo dottamente buttato al vento. Qualcuno ha tentato di percorrere la via del “paradigma indiziario”: ma sugli indizi si costruiscono ipotesi, che sono pur plausibili. È attraverso le prove che si costruiscono le tesi storiche. E le prove fanno difetto. Continua a leggere