Minima Cardiniana 329/6

Domenica 30 maggio 2021, Santissima Trinità

UE E CINA
TRA BRUXELLES, STRASBURGO E PECHINO
Come al solito, Dinucci spiega cose che non tutti eravamo atti a comprendere.
MANLIO DINUCCI
PERCHÉ LA UE SI SCHIERA CONTRO LA CINA
Il Parlamento europeo ha congelato il 20 maggio la ratifica dell’Accordo Ue-Cina sugli investimenti, siglato in dicembre dalla Commissione europea dopo sette anni di trattative. La risoluzione è stata approvata a schiacciante maggioranza con 599 voti favorevoli, 30 contrari e 58 astenuti. Essa viene formalmente motivata quale risposta alle sanzioni cinesi contro membri del Parlamento europeo, decise da Pechino dopo che suoi funzionari erano stati sottoposti a sanzioni con l’accusa, respinta dalla Cina, di violazione dei diritti umani in particolare degli Uighur. I legislatori Ue sostengono che, mentre le sanzioni cinesi sono illegali poiché violano il diritto internazionale, quelle europee sono legali poiché si basano sulla difesa dei diritti umani sancita dalle Nazioni Unite. Continua a leggere